È l’ennesima trovata dei guru della difesa personale, dei markettari del self defence…o di chi non sa come proporsi e allora cerca di abbindolare la gente dando false certezze. A cosa mi sto riferendo?

Alla

scienza del combattimento

I primi ad usare questo termine sono stati quelli di Defence Lab  che ne hanno fatto il loro slogan (tra il 2011 e il 2012, se non mi ricordo male, DL era nato da poco ed in quel periodo stavo lavorando proprio con loro):

Defence Lab, the scienze of defence

e da di lì aleeeee un mare di istruttori, allenatori e maestri hanno iniziato a parlare di scienza del combattimento o di metodi di difesa personale scientifici. Anche ad Alessandria ci sono un paio di corsi dove si insegnano “metodi scientifici”.

Peccato che questi metodi di scientifico non hanno un bel niente e il termine “scientifico” viene adoperato solo come trovata pubblicitaria per far arrivare nuovi iscritti, facendo leva sul fatto che “scientifico” è qualcosa di cui ci possiamo fidare e che dà tranquillità; un po’ come una garanzia.

Ma perché questi metodi non hanno niente di realmente scientifico e come mai (secondo me) bisogna evitare questo tipo di approccio?

In primo luogo chiariamoci un attimo le idee:

Cos’è la scienza?

Se cerchiamo su internet Wikipedia ci dà come definizione di scienza:

“Per scienza si intende un sistema di conoscenze ottenute attraverso un’attività di ricerca prevalentemente organizzata e con procedimenti metodici e rigorosi, allo scopo di giungere ad una descrizione, verosimile, oggettiva e con carattere predittivo, della realtà e delle leggi che regolano l’occorrenza dei fenomeni.”

Se invece andiamo su garzanti linguistica:

“Complesso organico e sistematico delle conoscenze che si possiedono intorno a uno o più ordini di fenomeni naturali; insieme delle conoscenze organizzate che permettono di accertare verità universalmente

Cos’è invece il metodo scientifico?

Se poi guardiamo la definizione di metodo scientifico su wikipedia troviamo:

“Il metodo scientifico è la modalità tipica con cui la scienza procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile.

Adesso che abbiamo fatto un po’ di chiarezza ti posso spiegare

La bufala della difesa personale come metodo scientifico o della scienza della difesa personale

Nella scienza si parla di “verità universali” e nel metodo scientifico di “raggiugnere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile”.

Ciò significa che se esistesse un metodo scientifico di difesa personale questo metodo sarebbe predittivo. Un metodo di combattimento scientifico sarebbe in grado di dirti che se reagisci in un determinato modo ad un pugno diretto il tuo avversario avrà sempre la stessa reazione così come se ti comportassi in maniera A il tuo avversario avrebbe sempre una reazione B e che quindi le risposte, il modo di agire e di comportarsi di aggredito e aggressore sono universali.

Ora, capirai bene che questo non è possibile. In un combattimento reale le variabili sono troppe, bisogna infatti tener conto:

  • Dell’aggressore ovvero:
    • Abilità,
    • Corporatura,
    • Altezza,
    • Modo di muoversi,
    • Esperienza;
    • Forma mentis;
    • Armato/disarmato;
  • Del luogo in cui vieni aggredito;
  • Delle condizioni atmosferiche;
  • Dell’orario;
  • Dello stato psicofisico dell’aggressore (è sotto stato di ebrezza? È drogato?)
  • Del tuo grado di allenamento;
  • Della tua capacità di gestire paura e adrenalina;
  • Ecc.

Oltre a questo bisogna aggiungere che perché un metodo abbia validità scientifiche dev’essere frutto di una sperimentazione che deve aver seguito in modo rigoroso il metodo scientifico.

Ciò significa che oltre ad essere stato sperimentato ci dev’essere anche una letteratura che lo riguardi.

Tutti gli estratti delle ricerche più importanti vengono pubblicati su un portale online che si chiama pubmed…e indovina quante ricerche ci sono riguardo i metodi di difesa personale?

NESSUNA!

Ecco spiegata la bufala della scienza della difesa personale
Questa è la prima pagina di PubMed, come puoi vedere nessuno dei risultati dati dalle parole chiave “Difesa Personale” dà risultati coerenti

Le uniche vere scienze che possono stare dietro ad un metodo di combattimento sono la biomeccanica e la fisica.

L’esperienza sul campo (e Rocky V insegna) ha dimostrato che non c’è certezza di vittoria in un combattimento nemmeno quando la preparazione atletica segue scrupolosamente una metodologia scientifica.

I metodi di combattimento sono una bufala colossale, la difesa personale (ed il combattimento) sono e rimarranno sempre, il predominio dell’istinto, dell’attitudine e del cuore.

Come ha dimostrato Rocky!

Articoli Correlati

La verità sui metodi di difesa personale scientifici

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.