Oggi rispondo alla seconda domanda di Federico (se ti sei perso la prima la trovi nel video precedente a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=ptVLwu5HNHA&t=14s) ovvero: esistono i calci bassi nel karate?

La domanda più corretta sarebbe:  esistono i calci alti nel karate? 

Infatti, nel karate tradizionale, non si fa un grande uso dei calci alti. Basta guardare gli stili più antichi come il Goju Ruy per vedere che i calci solitamente vengono portati dalla vita in giù. 

Questo perché, a livello applicativo, i calci bassi sono più efficaci, soprattutto se pensiamo al karate come strumento per la difesa personale.

Quando tiriamo i calci alti dobbiamo combattere la gravità e, se siamo su un terreno sconnesso o sdrucciolevole (come può accadere durante un’aggressione) mantenere l’equilibrio può risultare particolarmente complicato.

Inoltre la leva di un calcio alto è sfavorevole rispetto a quella di un calcio più basso.

I calci alti sono stati inseriti in un secondo tempo, nel karate moderno e, negli ultimi anni sono stati particolarmente incentivati, soprattutto nell’agonismo, per rendere il karate più spettacolare (infatti nel kumite il calcio al viso paga di più a livello di punteggio).

Per cui, mio caro Federico, sì, i calci bassi esistono.

In effetti ogni calcio che facciamo nel karate può essere portato alto, medio o basso, basta solo allenarlo.

Esistono poi i calci bassi per antonomasia che sono il fumikiri ed il fumikomi.

Nel video ti spiego tutto nei minimi dettagli e ti mostro anche un esercizio molto semplice per allenare le varie altezze, buona visione

Ps: ti ricordo che se vuoi scoprire tutti i segreti sulla storia, i nomi, i riti e i gesti del karate trovi il mio libro qui:https://www.amazon.it/Passeggiando-Via-Storia-gesti-Karate/dp/B08GG2DMSN/

Comments

comments