Lezioni di karate: il mito della cintura

Doveva essere un semplice pezzo di stoffa utile agli insegnanti per capire a colpo d’occhio il livello tecnico dei vari allievi. 

Oggi invece è diventata una vera e propria ragione di vita al punto che una delle prime domande che mi sento fare, ancora prima dell’iscrizione è: “ogni quanto fate gli esami per le cinture?” oppure “quanto tempo ci vuole per avere la cintura nera”.

Sì, oggi voglio parlarti della cintura, questo simbolo che per alcuni praticanti significa tutto e che, in alcuni casi diventa addirittura una merce di scambio per le federazioni o uno strumento di marketing per gli insegnanti.

Al principio la cintura neanche esisteva nel karate. Fu dopo aver conosciuto Kano che Funakoshi iniziò a valutare di adottarla assieme al gi. Scelta che poi divenne obbligata per far accettare il karate dai giapponesi.

Con il tempo però, ciò che doveva essere uno strumento didattico, uno sprone per i praticanti e un aiuto per gli insegnanti  è diventato, a parer mio, la rovina del karate.

Molti praticano per prendere la cintura nera e, una volta raggiunto questo obbiettivo, smettono di praticare.

Altri, se disgraziatamente vengono bocciati ad un esame smettono di praticare (e questo spiega come mai, oggi, quasi nessun insegnante boccia agli esami di grado).

Ti voglio svelare un segreto: la cintura è un simbolo e se chi indossa quel simbolo non incarna il significato che rappresenta allora diventa un simbolo vuoto.

Non è il colore della tua cintura o il numero di dan che hai che svela realmente il karateka che sei. Io sono Eugenio con o senza la mia cintura. E il fatto che io la indossi o non la indossi non fa di me un karateka migliore o peggiore.

Per cui, se pratichi solo per prendere una cintura, smettila di praticare. Pratica perché il karate ti fa stare bene, pratica perché ti fa battere il cuore, praticare perché ti aiuta a essere una persona migliore, ma non praticare per avere un pezzo di stoffa da annodarti in vita.

Il mio sogno? Una federazione senza gradi, dove valga soltanto la persona, ciò che conosce, che sa trasmettere e il suo impegno e non di che colore ha la cintura o quanti dan ha.

Ti va di sentirci?
Ogni giorno pubblico un micro podcast sul mio canale Telegram. Condivido qualche chicca sul karate, ti racconto qualcosa della mia vita da insegnante, rispondo alle domande degli iscritti al canale o semplicemente condivido qualche mio volo pindarico.
Per iscriverti devi semplicemente cliccare sul link qui sotto:

👉 ISCRIVITI AL MIO CANALE TELEGRAM

Eugenio

Dal 2009 Eugenio Credidio contrabbanda karate autentico ad Alessandria e nel web e insegna a riconoscere, prevenire e combattere la violenza. Oltre al sui dojo di Alessandria gestisce il canale YouTube di karate tradizionale più seguito d'Italia. Ha ideato il metodo di autodifesa Urban Budo che è stato riconosciuto dal CONI nel 2019. Nel 2013 ha pubblicato assieme al Maestro Balzarro, "On the road" per la OM edizioni e, nel 2020, "Passeggiando per la Via - Storia, riti e gesti del karate".

Ci sono cose che puoi dire solo agli amici...

Amo scrivere lettere.

La lettera permette di entrare in intimità con l’altra persona, fare confessioni che non avresti mai avuto il coraggio di fare a voce e condividere segreti.

Per questo sto cercando degli amici di penna.

Persone con cui condividere riflessioni, pensieri, schemi, pagine del mio diario di allenamento, esperimenti che ho fatto a lezione. Insomma tutte quelle cose intime che non mi va di buttare tra le fauci del web.

Vuoi essere uno di loro?

Altri articoli che ti potrebbero piacere

50° Lezione di Karate: cosa significa essere un karateka?

50° Lezione di Karate: cosa significa essere un karateka?

Siamo arrivati alla lezione numero 50, l’ultima tappa di questo nostro percorso assieme. Nell’ultima tappa di questo lungo viaggio ho voluto ragionare su cosa significhi essere un karate nel 2022 e per farlo mi sono fatto aiutare dal Manifesto del Karateka. p.s. dato...

Lezioni di karate: cosa insegna (davvero) il karate

Lezioni di karate: cosa insegna (davvero) il karate

Perché ti insegna a combattere. Se mi chiedessi di darti una sola ragione valida per cui iniziare a praticare karate domani sarebbe questa: perché il karate ti insegna a combattere. Ma non a combattere con calci e pugni. Quello te lo può insegnare qualsiasi...

Lezioni di karate: cosa sono i kata?

Lezioni di karate: cosa sono i kata?

È vero: ci avevo già fatto una puntata del mio podcast KaratePedia su questo argomento. Ma amo i kata e credo che abbiano un valore inestimabile. Credo siano il vero e proprio tesoro del karate e per questo ho deciso di dedicarci anche questa breve lezione.

Karate Soul: scopri l'anima del karate

Parti per un viaggio con me.

In questo corso gratuito ti accompagnero in 9 tappe alla scoperta dell'anima autentica del karate.

Compila il modulo per ricevere subito la tua carta d'imbarco.

You have Successfully Subscribed!