Quella volta che sono stato intervistato da Tovazzi

Ti va di sentirci?
Ogni giorno pubblico un micro podcast sul mio canale Telegram. Condivido qualche chicca sul karate, ti racconto qualcosa della mia vita da insegnante, rispondo alle domande degli iscritti al canale o semplicemente condivido qualche mio volo pindarico.
Per iscriverti devi semplicemente cliccare sul link qui sotto:

👉 ISCRIVITI AL MIO CANALE TELEGRAM

Raffaele Tovazzi, oltre a essere un gran bel tipo, è un filosofo esecutivo con la passione per la radio.

Probabilmente lo hai già visto bazzicare qualche volta sulla Rai o magari ti è capitato di sentire il suo podcast “Chi cerca Tova” su Spotify

Fatto sta che un po’ di tempo fa provo a contattarlo per chiedergli se fosse disponibile a farsi intervistare e lui, carico di entusiasmo, prende la palla al balzo e rovescia la situazione: “E se ti intervistassi io?”

Potevo non accettare? Ovviamente no! E quello che ne è venuto fuori è questa bella chiacchierata di circa due ore dove abbiamo parlato di karate (ovviamente), di film anni ’80, di Covid e delle responsabilità di un insegnante nel confronto dei suoi allievi.

Eugenio

Dal 2009 Eugenio Credidio contrabbanda, nel suo dojo e attraverso il web, karate puro e autentico, raffinato da anni di pratica. Insomma una vera rarità per intenditori e appassionati. Oltre al piccolo dojo di Alessandria gestisce uno dei canali YouTube sul karate più seguiti in Italia. Nel 2013 ha pubblicato, assieme al Maestro Balzarro, "On the road" per la OM edizioni e nel 2020 Passeggiando per la Via - Storia, riti e gesti del karate".

Altri articoli che ti potrebbero piacere

Il più grande successo che ho ottenuto grazie al karate

Il più grande successo che ho ottenuto grazie al karate

Questa storia ha ben poco a che vedere con il karate. Apparentemente
Avevo 20 anni ed ero verso la fine del 2° anno di università.
Venivo da un periodo un po’ travagliato e l’insieme delle situazioni che stavo vivendo mi rese difficile essere produttivo in università al punto che rischiai di perdere un anno.
Questa cosa mi faceva stare male: mi sentivo un fallito, mi sembrava di deludere i miei genitori e queste sensazioni negative si univano a tutto quello che stavo provando di spiacevole in quel periodo rendendo la quotidianità davvero pesante.
Ma a un certo punto decisi di darmi una svegliata mi dissi: “Eugenio, questo comportamento non è da te, tu sei un combattente, sei prima di tutto un karateka; e un karateka non si comporta così”.
Ed ecco cosa successe…

A che età si può iniziare a fare karate?

A che età si può iniziare a fare karate?

Una domanda che mi viene fatta spesso è “A che età si può iniziare a fare karate?” Se è vero che non si è mai troppo vecchi per iniziare è vero che si può essere troppo giovani e bruciare le tappe potrebbe causare danni molto gravi

Vuoi muovere i tuoi primi passi nel mondo del karate riprendere a praticare dopo tanti anni?

Allora scarica il micro corso gratuito "l'ABC del karate" e rimboccati le maniche perché in 7 lezioni ti insegnerò i fondamentali del karate e farò diventare casa tua un vero e proprio Dojo.

ATTENZIONE: il karate potrebbe creare dipendenza

Informativa sulla privacy

Rimaniamo in contatto?

Grande, ti sei iscritto al corso, controlla la tua mail