Difesa Personale: come superare la paura di farsi male

Se la paura di farti male ti frena dall’iscriverti ad un corso di autodifesa non c’è niente di strano in te. Anzi direi che è un meraviglioso sintomo della tua sanità mentale.

E ti svelo un segreto: io sono il primo che ha paura di farsi male durante certi esercizi.

Questa timore è dovuto al tuo istinto di conservazione che ti dice: “Scusa, ma perché dovresti pagare per andare in una palestra per farti prendere a botte?”

E in linea generale il tuo istinto ha ragione.

Il problema però è che se vuoi imparare a difenderti il contatto deve far parte del gioco e con questo la possibilità di farsi male. 

Perché per strada i colpi arrivano e non essere in gradi di sopportare un urto o di incassare un colpo ti rende carne da macello.

Ma ho due belle notizie per te.

La prima è questa paura si può superare con un approccio “passo, passo” basato sulle giuste metodologie, l’attrezzatura corretta e i giusti protocolli di sicurezza.

La seconda è che proprio grazie al corretto approccio, l’uso delle protezioni e delle giuste metodologie farsi davvero male oggi è veramente difficile.

Ti spiego tutto in questo podcast.

Puoi ascoltare il podcast anche su:

Eugenio

Dal 2009 Eugenio Credidio contrabbanda karate autentico ad Alessandria e nel web e insegna a riconoscere, prevenire e combattere la violenza. Oltre al sui dojo di Alessandria gestisce il canale YouTube di karate tradizionale più seguito d'Italia. Ha ideato il metodo di autodifesa Urban Budo che è stato riconosciuto dal CONI nel 2019. Nel 2013 ha pubblicato assieme al Maestro Balzarro, "On the road" per la OM edizioni e, nel 2020, "Passeggiando per la Via - Storia, riti e gesti del karate".

Ci sono cose che puoi dire solo agli amici...

Amo scrivere lettere.

La lettera permette di entrare in intimità con l’altra persona, fare confessioni che non avresti mai avuto il coraggio di fare a voce e condividere segreti.

Per questo sto cercando degli amici di penna.

Persone con cui condividere riflessioni, pensieri, schemi, pagine del mio diario di allenamento, esperimenti che ho fatto a lezione. Insomma tutte quelle cose intime che non mi va di buttare tra le fauci del web.

Vuoi essere uno di loro?

Altri articoli che ti potrebbero piacere

L’arma più forte nella difesa personale

L’arma più forte nella difesa personale

Questa è l’ultima puntata del podcast Autodifesa Semplice e ho voluto chiudere con il botto. Oggi ti parlerò in modo disilluso e realistico dell’arma più potente che puoi avere per difenderti e per farlo ti racconterò la storia di Patrizia.

Simulazioni: perché non le facciamo?

Simulazioni: perché non le facciamo?

Gli istruttori di difesa personale criticano spesso l’uso delle simulazioni.  Dicono che sono un’inutile farsa che non sarà mai in grado di riprodurre quello che succede realmente in strada. Quindi è meglio non farle. Ma, parafrasando Cole Porter, la mia domanda...

Nadide subisce un’aggressione

Nadide subisce un’aggressione

Nadide. Circa 25 anni, capelli cioccolato al latte, occhi penetranti e una fisicità felina. Una sera, ad Alessandria, andando a prendere la macchina nel parcheggio, si trova a gestire una brutta situazione. Questa è la storia di come ne è uscita.