Allenarsi al Dojo ai tempi del Covid-19

Ti va di sentirci?
Ogni giorno pubblico un micro podcast sul mio canale Telegram. Condivido qualche chicca sul karate, ti racconto qualcosa della mia vita da insegnante, rispondo alle domande degli iscritti al canale o semplicemente condivido qualche mio volo pindarico.
Per iscriverti devi semplicemente cliccare sul link qui sotto:

👉 ISCRIVITI AL MIO CANALE TELEGRAM

Anche se il covid ci sta “lavorando ai fianchi” allenarsi al dojo in sicurezza è possibile.

Certo: non è esattamente come prima. Bisogna fare qualche sacrificio ed è essenziale fare molta attenzione, ma è ancora possibile.

In questo vide ti mostro la procedura di sicurezza per poterti allenare serenamente in questo periodo.

Seguirla e rispettarla è un atto di amore non solo nei tuoi confronti, ma anche nei confronti dei tuoi compagni e di tutte le persone a cui vuoi bene perché.

Oltre al video, di sotto puoi leggere l’integrazione al regolamento del dojo per l’emergenza covid-19.

Integrazione al regolamento per l’emergenza covid-19

  • L’ingresso al dojo è permesso solo a chi partecipa agli allenamenti (eccezion fatta per i genitori dei bambini che partecipano a Baby Sport Academy che potranno aiutarli nel cambiarsi).
  • All’ingresso verrà misurata la temperatura e se questa fosse maggiore o uguale e a 37,5° la persona non potrà accedere alla società sportiva e verrà mantenuto il registro delle presenze per 14 giorni.
  • Come da normativa vigente i partecipanti non devono presentare sintomi di influenza o malattie respiratorie (compreso il raffreddore) nei 3 giorni precedenti agli allenamenti. Se così non fosse non si potrà partecipare all’attività.
  • È proibito a chiunque non sia in piena salute partecipare alle attività (bambini compresi). Quindi se avete mal di testa, mal di gola, raffreddore, mal di pancia, ecc. avvisateci e non venite al dojo, così da tutelare la salute vostra e altrui.
  • Una volta entrati al dojo la mascherina va tenuta fino all’inizio dell’allenamento (compreso negli spogliatoi) o fino a quando l’istruttore non vi dà il permesso di toglierla.
  • Durante l’allenamento la mascherina andrà riposta in un sacchetto di plastica pulito e portato da casa.
  • Bottigliette d’acqua o borracce devono essere facilmente distinguibili
  • All’interno degli spogliatoi cercate di dare il viso al muro e ricordatevi che è proibito lasciare vestiti in giro. Ogni effetto personale (compresi vestiti e scarpe) va riposto all’interno della propria borsa.
  • È obbligatorio lavarsi mani (e piedi per chi fa attività scalzo) prima di entrare nell’area di allenamento.
  • Siete pregati di santificavi le mani il più frequentemente possibile per mezzo dei gel santificanti che troverete sia all’ingresso, che negli spogliatoi nonché nell’area di allenamento.
  • Nelle attività in cui si adoperano protezioni sarà obbligatorio usare solo ed esclusivamente le proprie protezioni, chi non ne fosse fornito non parteciperà all’esercizio.
  • Preghiamo tutti di non sostare più del necessario all’interno degli spogliatoi e di liberare la palestra in tempi celeri così da permettere le procedure di sanificazione tra un allenamento e l’altro.
  • Al dojo si riceve solo su appuntamento. Con prenotazioni online. Ma potete comunque contattarci telefonicamente o via mail.
  • A causa dell’emergenza sanitaria, per tutelare la salute dei tesserati, degli istruttori e dei rispettivi familiari CHIUNQUE TRASGREDIRÀ ALLE REGOLE SOPRAINDICATE PERDERÀ IL DIRITTO DI PARTECIPARE AGLI ALLENAMENTI

Eugenio

Dal 2009 Eugenio Credidio contrabbanda, nel suo dojo e attraverso il web, karate puro e autentico, raffinato da anni di pratica. Insomma una vera rarità per intenditori e appassionati. Oltre al piccolo dojo di Alessandria gestisce uno dei canali YouTube sul karate più seguiti in Italia. Nel 2013 ha pubblicato, assieme al Maestro Balzarro, "On the road" per la OM edizioni e nel 2020 Passeggiando per la Via - Storia, riti e gesti del karate".

Altri articoli che ti potrebbero piacere

Il più grande successo che ho ottenuto grazie al karate

Il più grande successo che ho ottenuto grazie al karate

Questa storia ha ben poco a che vedere con il karate. Apparentemente
Avevo 20 anni ed ero verso la fine del 2° anno di università.
Venivo da un periodo un po’ travagliato e l’insieme delle situazioni che stavo vivendo mi rese difficile essere produttivo in università al punto che rischiai di perdere un anno.
Questa cosa mi faceva stare male: mi sentivo un fallito, mi sembrava di deludere i miei genitori e queste sensazioni negative si univano a tutto quello che stavo provando di spiacevole in quel periodo rendendo la quotidianità davvero pesante.
Ma a un certo punto decisi di darmi una svegliata mi dissi: “Eugenio, questo comportamento non è da te, tu sei un combattente, sei prima di tutto un karateka; e un karateka non si comporta così”.
Ed ecco cosa successe…

A che età si può iniziare a fare karate?

A che età si può iniziare a fare karate?

Una domanda che mi viene fatta spesso è “A che età si può iniziare a fare karate?” Se è vero che non si è mai troppo vecchi per iniziare è vero che si può essere troppo giovani e bruciare le tappe potrebbe causare danni molto gravi

Vuoi muovere i tuoi primi passi nel mondo del karate riprendere a praticare dopo tanti anni?

Allora scarica il micro corso gratuito "l'ABC del karate" e rimboccati le maniche perché in 7 lezioni ti insegnerò i fondamentali del karate e farò diventare casa tua un vero e proprio Dojo.

ATTENZIONE: il karate potrebbe creare dipendenza

Informativa sulla privacy

Rimaniamo in contatto?

Grande, ti sei iscritto al corso, controlla la tua mail